Presentazione

Tuesday 16 august 2011 2 16 /08 /Ago /2011 07:46

Con il tramonto, ormai definitivo, del materasso a molle, molti acquirenti si orientano verso la scelta di materassi in lattice, più versatili e adattabili alla forma del corpo.

Perché scegliere un materasso in lattice

Il materasso in lattice è uno dei tanti tipi di materassi in commercio al giorno d'oggi. In passato, fino a qualche anno fa, si utilizzavano quasi esclusivamente materassi a molle, oggi non più utilizzati per la loro limitata ergonomicità e comodità. Ai materassi in lattice, si affiancano attualmente materassi ad aria (versatili e utilizzabili in poco spazio per l'ospite inatteso) e soprattutto materassi ad acqua (impiegati soprattutto nel settore sanitario per evitare piaghe e decubiti a persone costrette a letto): ma sono soprattutto i materassi in lattice quelli più gettonati e desiderati.

Il lattice viene prodotto dalla linfa lattea dell’albero della gomma. Dall’incisione del tronco si estrae questo materiale che, allo stato naturale, è fluido e lattiginoso. Durante la lavorazione vengono aggiunti diversi additivi come acceleranti, antiossidanti e stabilizzanti, per arrivare a produrre un materiale molto più solido e robusto adatto a costituire un materasso durevole per almeno 8-10 anni.

Vediamo le caratteristiche di un materasso in lattice:

  • traspirazione: la struttura del materasso garantisce un ampio ricircolo dell'aria all'interno;

  • elasticità e deformabilità: si adatta al nostro corpo garantendo anatomicità ed ergonomicità;

  • igiene: il materasso in lattice è particolarmente indicato per chi soffre di allergia da acaro della polvere, in quanto il lattice evita la formazione di batteri e funghi;

  • versatilità: un materasso in lattice si adatta a qualsiasi tipo di reti o doghe per letto.

Lattice naturale o sintetico?

Esistono materassi in lattice completamente naturale, sintetico oppure ibrido. Non è facile distinguere tra essi quale sia prodotto con lattice naturale, quindi non resta che leggere le etichette e rivolgersi a rivenditori e marche noti per limitare al minimo la possibilità di acquistare un materasso sintetico come se fosse naturale.

Il lattice naturale al 100% è ovviamente più costoso e molti clienti si orientano verso quello ibrido, con composizione (consigliata) di almeno l'85% di lattice di origine vegetale. In ogni caso, anche il lattice sintetico ha oggi un'ottima qualità. L'importante è poter provare il materasso per valutare, caso per caso a seconda delle esigenze, quale sembra essere il più adatto per morbidezza/durezza, elasticità e peso/spessore.

Altre considerazioni

Optate per materassi sfoderabili, con un rivestimento anallergico così come lo è il lattice. In questo modo sarà più facile lavarlo e manutenerlo. Girate spesso il materasso appena acquistato, alternando la parte alta (testa) con la parte bassa (piedi) e, se possibile, rovesciatelo di tanto in tanto.

Essentia memory foam bedEssentia memory foam bed
Di Alessia Martalò - Pubblicato in : Mobili e Arredamento
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Torna alla home
 
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi